Twin God Fragments

by meanwhile.in.texas

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €4 EUR  or more

     

  • Full Digital Discography

    Get all 4 meanwhile.in.texas releases available on Bandcamp and save 20%.

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality downloads of Twin God Fragments, Mirror Movements, Take Black Pills, and Fernweh. , and , .

      €12 EUR or more (20% OFF)

     

1.
2.

about

Released by Orb Tapes, an independent label based in Pennsylvania specializing in limited runs of noise and experimental cassettes, "Twin God Fragments" is now available on digital and on transparent purple c30 in a limited edition of 25 copies.

You can get a physical copy at the following link:

orbtapes.bandcamp.com/album/twin-god-fragments

This is its official video teaser:

vimeo.com/191049781

///

"Orb Tapes is a new label devoted to home made, uncompromising and radical noise-experimental music. Every edition is limited to a very small number of copies, exclusively on tape. The use of this black tape format illustrates a loving culture for the early industrial music years and more generally for the 80s anti-pop art sound underground. The label is based in Pennsylvania and offers a large space of creative expression for young projects in the power electronic / death industrialism vein (close to the raw stylistic tendency initiated by Atrax Morgue, Whitehouse, Genocide Organ, Brigther death now, Merzbow for some of the most representative names).
Meanwhile.in.texas (aka Angelo Guido) is a young project coming from Brindisi, southern Italy and who notably published materials on Craneal Fracture, Luce Sia, and Triple Moon Records. A highly active project in the world of craft based micro edition, also notified for its several live performances in Italy. The two sides of this tape follows the path of sound experimentations approached by pioneering works in the genre but adds to this usual musical signature a great dose of static drone textures and original distorted harmonies. The result tends to be more musical and admits a right equilibrium between harsh noisy incantations and tripped out textures. Twin God Fragment is an articulated collection of buzzing, weird and abrasive drone rituals mainly delivered by a vast array of pedal noise effects, electric guitar and feedback. Angelo Guido carries on his personal sonic voyage with a new recommended industrially tainted noise ambient release.
Twin God Fragments is available on Orb Tapes". [Igloo Magazine]
igloomag.com/reviews/meanwhile-in-texas-twin-god-fragments-orb-tapes

"Un universo carico di convulsa tensione costantemente sul punto di deflagare. Continua a muoversi attraverso paesaggi sonori abrasivi e oscuri Angelo Guido, che con questo nuovo lavoro firmato meanwhile.in.texas e pubblicato da Orb Tapes idealmente prosegue sulla via tracciata dal precedente “Mirror Movements”.
Diviso in due lunghe tracce dal titolo enigmatico, il disco ci catapulta fin dalle prime battute di “Fog Taught Me Everything I Know” in una spirale ipnotica percorsa da una pressante elettricità che emerge tra le dense e granulose trame droniche conducendo alla caotica esplosione che domina la parte terminale di questo primo capitolo, una sorta di allucinato urlo che si irradia innarestabile. “Black Walls Will Turn You Around” ci proietta nuovamente in persistenze alienanti attraversate da folate siderali prive di luce e calore che si dipanano senza soluzione di continuità fino al finale sfumato che ancora una volta non crea una reale chiusura.
Dominato da un dio poco benevolo e generato dalla costante collisione di elementi ruvidi e taglienti, “Twin God Fragments” ci immerge in un microcosmo totalizzante capace di far perdere il fiato". [SoWhat]
sowhatmusica.wordpress.com/2016/12/05/meanwhile-in-texas-twin-god-fragments

"... e siamo ancora qui, con questo inutile blog, che faticosamente continua ad essere attivo. Già, ma la colpa non è nostra se c'è gente che tira fuori robette davvero niente male, come nel caso di Paolo Colavita aka Skag Arcade e Angelo Guido alias meanwhile.in.texas.
Perchè un post unico? Perchè dopo l'entusiasmante Fernweh - che consiglio di acquistare immediatamente, tra i miei migliori ascolti di questo anno - pare viaggino musicalmente assieme, dalle uscite per la spagnola Craneal Fracture arrivando alla americana Orb Tapes, susseguendosi perfino nel catalogo. Ricordando che entrambe le release sono in audiocassetta e in edizione, ovviamente, limitata, cominciamo a scrivere due righe con quella temporaneamente uscita prima, ovvero:

Skag Arcade - The Look Of Silence

Ricordando che la realizzazione di questo lavoro prende ispirazione da tutte quelle forme di governi totalitari ed in special modo quello cambogiano di Pol Pot. Visto il concept è (quasi) d'obbligo aspettarsi tanti minuti di sonorità violente e brutali, invece, è molto riflessivo, specialmente nella lunga traccia titolo. Sì, certo, qualche escoriazione o bruciatura dovuta al passaggio interno di scariche elettriche, forse cercando di voler riproporre/immaginando gli abusi fisici o torture psichiche di coloro che in quel paese fossero contari al regime. Tracce di musique concréte e di spray insetticida alla Dave Phillips e SPK (vedi Insect Musicians) servono da contraltare per Choeung Ek Pickup, per farvi capire meglio: è come se il brano Coitus dei Whitehouse amplificasse le turbolenze metereologiche e geomagnetiche imprigionate nell'album Weather Report del maestro dei field-recordings Chris Watson.
Esclusa la traccia finale, che risuona come una sorta di mesto requiem (che non è mai una cosa brutta da queste parti), il resto naviga su inquietanti e abissali oceani dark-ambient che all'improvviso, come forti mareggiate in burrasca, collidono come fossero invalicabili tsunami post-industriali, su piattaforme petrolifere abbandonate da decenni e corrose dalla salsedine marina, dando sfogo a deflagrazioni atomiche e rumorismi di ferramenta in frantumi.

meanwhile.in.texas - Twin God Fragments

Abbiamo chiuso gli occhi e lasciato andare che le vibrazioni invadessero il violaceo condominio. Ottime sensazioni, perfino Maja (la mia piccola micia) si è abbandonata tra le nostre braccine, ed è cosa rara.
Provo a indovinare, con la consapevolezza che tanto non ci prendo mai, per cui sottolineamo che quel drone-ambient etereo/fiabesco dalla matrice oltremodo nostalgica del precedente Take Black Pills, ha preso una forma gotica e una sostanza siderurgica. Cercherò di farvi una istantanea dell'immagine che ho avuto in testa durante questo ascolto: è come trovarsi all'interno di una diroccata cattedrale, a sua volta inglobata in una fatiscente e oleosa raffineria (post-industrial?) del Texas, mentre radioattive folate di noise abrasivo veicolano minacciose nubi formate da un concentrato di pulviscolo di carbonio amorfo che, fuoriuscendo da inquetanti vetrate e percorrendo le navate, finiscono per avvolgerti e strangolarti come un serpentone arruginito di filo spinato. Abbastanza chiaro, oppure no?" [Suoni Distorti]
hogravimalattie.blogspot.it/2016/12/skag-arcade-look-of-silence.html

credits

released November 22, 2016

meanwhile.in.texas (Angelo Guido): self-built analog synthesizers and FX pedals/keyboards/samples/laptop

Composed, mixed and produced by Angelo Guido from July to September 2016

meanwhileintexas.bandcamp.com
facebook.com/meanwhileintexasmusic
meanwhileintexasmusic.wordpress.com
mixcloud.com/meanwhileintexas
twitter.com/meanwhileintex
instagram.com/meanwhileintexas
meanwhile-in-texas.tumblr.com

tags

license

all rights reserved

about

meanwhile.in.texas Brindisi, Italy

meanwhile.in.texas is a one-man experimental music project formed by Angelo Guido from Brindisi, Southern Italy.

contact / help

Contact meanwhile.in.texas

Streaming and
Download help